La contrattazione decentrata
Raccolta di accordi aziendali e territoriali
in provincia di Siena dagli anni novanta ai giorni nostri

 Presso l’Archivio del movimento operaio e contadino in provincia di Siena è depositata, inventariata e quindi consultabile la documentazione sugli accordi aziendali e territoriali sottoscritti in provincia di Siena dal 1990 ai giorni nostri.
Il contratto di lavoro rappresenta il prodotto principale che il sindacato offre ai suoi iscritti, nonché lo strumento fondamentale per l’esercizio della rappresentanza degli interessi. Per questo, dopo La raccolta dei contratti collettivi nazionali dagli anni venti agli anni duemila pubblicata nel 2010, è stato portato a termine un altro importante progetto: la raccolta e l’inventariazione degli accordi aziendali e territoriali senesi, riunendo in un’unica struttura il materiale relativo ai due livelli della contrattazione (così come previsti dall’accordo del 23 luglio 1993): la contrattazione nazionale e la contrattazione di II livello (aziendale e territoriale).
Per la realizzazione del progetto si è posta l’attenzione ai settori produttivi più significativi rispetto al ruolo contrattuale svolto nel territorio senese e, di conseguenza, alle federazioni sindacali di categoria competenti: Agroalimentare (Flai), Chimico e affini (ex Filcea – Filcem – ora Filctem), Commercio e servizi (Filcams), Legno edili e affini (Fillea), Metalmeccanico (Fiom), Sanità (Funzione pubblica Sanità). Un’attenzione particolare è stata posta alla contrattazione territoriale svolta dal Sindacato pensionati (Spi) e dalla Camera confederale del lavoro di Siena, nonché a quella riguardante due importanti strutture del tessuto economico e culturale della provincia di Siena (e non solo) come il Monte dei Paschi e l’Università degli studi. Detti accordi hanno una storia più recente ma altrettanto importante.
La documentazione raccolta è di notevole consistenza, frutto di un lungo e scrupoloso lavoro di recupero prima, riordino e inventariazione poi dei testi giacenti in parte nella sede dell’Archivio, in parte nelle sedi delle federazioni di categoria presso la Camera del lavoro di Siena e le camere del lavoro territoriali, in parte nelle sedi di alcune delle più importanti aziende della provincia di Siena. Del materiale documentario raccolto (accordi aziendali e territoriali) la contrattazione integrativa aziendale rappresenta, per mole, la parte più consistente. Rappresenta altresì la testimonianza diretta, attraverso lo scritto e i commenti,  del lavoro di delegati/e, funzionari/e, persone che hanno avuto incarichi diversi, ma determinanti nella Cgil e nelle sue Categorie, quindi a pieno titolo protagonisti della storia economico/sindacale della provincia di Siena. Il materiale è stato classificato essenzialmente in due categorie: accordi “propositivi” (accordi e contratti integrativi, premio di risultato, partecipazione, produttività, ecc) e accordi “difensivi” (cassa integrazione, straordinaria e ordinaria – Cig/s/o, – mobilità, contratti di solidarietà, ecc. ).
Non si tratta quindi di un semplice elenco di accordi e contratti. Attraverso una lettura attenta e approfondita della documentazione inventariata si ricostruisce il percorso e l’evoluzione della contrattazione nelle più importanti aziende della provincia di Siena negli ultimi venti anni, ripercorrendo i processi di trasformazione, fusione, cessazione di attività di alcune fra le più significative strutture produttive del territorio senese.
Il lavoro realizzato rappresenta anche la continuazione, in termini cronologici, del materiale documentario sulla contrattazione aziendale e provinciale già inventariato e consultabile nei fondi dell’Archivio dal 1945 al 1989, nonché uno strumento utile per tutte le figure sindacali impegnate nella contrattazione: funzionari, comitati degli iscritti, RSU aziendali (quest’ultimi partecipanti ai corsi di formazione organizzati dalla Camera del lavoro di Siena nell’ambito del “Progetto 20.000” della Cgil nazionale).
Ringraziamo sinceramente tutti coloro che, in modo diretto e non solo, hanno collaborato alla realizzazione di questo non semplice progetto.